VII °  secolo  aC. J.-C.



Le informazioni che siamo stati in grado di raccogliere su VII °  secolo  aC. J.-C. sono state attentamente riviste e strutturate per renderle il più utili possibile. Probabilmente sei venuto qui per saperne di più su VII °  secolo  aC. J.-C.. Su Internet, è facile perdersi nell'accozzaglia di siti che parlano di VII °  secolo  aC. J.-C. e tuttavia non forniscono ciò che si vuole sapere su VII °  secolo  aC. J.-C.. Speriamo che ci farai sapere nei commenti se ti piace quello che hai letto su VII °  secolo  aC. J.-C. qui sotto. Se le informazioni su VII °  secolo  aC. J.-C. che forniamo non è quello che stavi cercando, ti preghiamo di farcelo sapere in modo che possiamo migliorare questo sito web quotidianamente.

.

II °  millennio aC. d.C. | Ho st  millennio aC. ANNO DOMINI | I st millennio

../ .. | IX °  secolo  aC. d.C. | VIII °  secolo  aC. d.C. | VII °  secolo  aC. d.C. | VI °  secolo  aC. d.C. | V °  secolo  aC. d.C. | ../ ..

Anni 690 aC d.C. | Anni 680 aC d.C. | Anni 670 a.C. d.C. | 660 aC d.C. | 650 aC AD
640 aC d.C. | 630 aC d.C. | Anni 620 aC d.C. | Anni 610 aC d.C. | Anni 600 aC. J.-C.

Vedi anche: Elenco dei secoli


Eventi

  • 722 aC J.-C.-481 a.C. dC  : periodo primaverile e autunnale in Cina. Le egemonie , principi feudali di Qi (Chi), il Jin (Cin), il Chu (Chu), il Wu e Yue trionfato in Cina perché presiedono i riti di alleanza tra le città nel VII ° e VI esimo  secolo av. dC , che permette loro di imporre il proprio dominio sui più deboli. I regni periferici di Qi, Jin e Chu affermano la loro autonomia e indipendenza dalla capitale religiosa degli Zhou . Sviluppano culture locali originali fondendo i cinesi con le popolazioni aborigene. La nobiltà di Jin è così attraversata dai barbari a seguito dei suoi scambi di donne con i Di , una popolazione non cinese dello Shanxi . I capi barbari locali, lentamente assimilati, sembrano aver giocato un ruolo importante nella formazione del paese di Qin . Il paese di Chu sembra estraneo per la sua cultura e la sua lingua ai cinesi della grande pianura. Wu e Yue, nelle pianure del basso Yangzi e sulle coste dell'estuario del Zhejiang , sviluppano una cultura indipendente nel sud-est. La tecnologia del ferro era ampiamente utilizzata in questo momento.
  • Intorno al 700 a.C. AD  : Popolazione del Sud arabo stabilirsi in Etiopia del Nord ( Yeha , Haoulti, Matara), l'introduzione di nuove pratiche agricole, compreso l'uso del dell'aratro e dei villaggi di pietra primo edificio. Una forma di centralizzazione politica sembra V °  secolo  aC. dC sotto il nome di D'mt ( Damaat ).
  • VII °  -  VI °  secolo  aC. dC  : inCorea, immigrazione di popoli dallaManciuriae dalla Cina settentrionale durante l'età del bronzo.
  • 700-300 aC dC  : periodo Tagar in Asia centrale. Insediamenti permanenti (alcuni fortificati) degli Sciti nelle steppe, popolo guerriero di origine iranica , ricco e potente. Cavalleria corazzata. Si stabilirono nella Russia meridionale e in Ucraina . Vendono grano alle colonie greche nel Mar Nero e nel Mar d'Azov . Aspetto di Proto-turchi sul Altai .
  • Intorno al 650 a.C. dC  : monumento 13 di La Venta detto "Stele dell'Ambasciatore". Le civiltà olmeche padroneggiano i geroglifici e hanno una forma di calendario di 260 giorni. Gli Olmechi praticano un rituale gioco della palla .
  • 642-320 aC dC  : periodo shishunaga-nanda in India (o shiskunaga-nanda).

Medio Oriente

  • 669-627 aC dC  : costruzione di una cospicua biblioteca da parte di Assurbanipal a Ninive , composta da 5.000 opere rinvenute sotto forma di 23.357 tavolette o frammenti. I documenti sono probabilmente collocati su mensole di legno o in vasi. Alla biblioteca è associato uno scriptorium dove gli scrivani copiano i testi per comunicarli ad altri centri o per avere duplicati in loco (vi sono state trovate fino a sei copie dello stesso testo). I testi del “flusso della tradizione” (a differenza di testi di prassi, conti, rapporti amministrativi, lettere, annali, ecc.) si riferiscono a circa 900 e 1.000 testi secondo le stime (fino a 1.500 secondo Oppenheim). È la base della conoscenza, della riflessione, della "scienza" della civiltà mesopotamica. Sono stati trovati solo 200 testi letterari. Il resto è fatto di presagi, preghiere, incantesimi o scongiuri.
  • 663-612 aC dC  : periodo delle profezie di Naum .
  • Intorno al 660 a.C. dC  : prima stesura di testi biblici; Giosuè , Giudici , Samuele , Primo Libro dei Re , Secondo Libro dei Re .
  • 653 aC AD  : nel Basso Egitto il fondatore della XXVI ° dinastia Saite, il faraone Psammetico  I primi rifiutare il protettorato assiro. Ha guidato gli Assiri fuori di Egitto, con l'aiuto dei greci mercenari . Il declino dell'Assiria consente all'Egitto di svolgere un ruolo maggiore in Medio Oriente. Psammétique e il suo successore Neko  II intervengono fino all'Eufrate ma non possono impedire la caduta di Ninive ( 612 aC ) e la spartizione dell'impero assiro tra Medi e Babilonesi.

Europa

  • 720-575 aC dC  : Periodo orientalizzante della civiltà etrusca , caratterizzato dall'importazione e dall'imitazione di oggetti provenienti dal mondo Egeo e dal bacino orientale del Mar Mediterraneo. Compaiono i vasi in bucchero , prestigiose ceramiche dall'aspetto metallico. Nell'Italia centrale, le città etrusche si sono formate sulla base di villaggi villanoviani, probabilmente derivanti dalla fusione della cultura villanoviana con un'aristocrazia guerriera dell'Asia Minore. Le città-stato etrusche costituivano alla fine del secolo in Etruria una lega ( Dodecapoli ) collegata da un comune santuario, il Fanum Voltumnae ( Velzna , probabilmente nei pressi di Orvieto ) dove, secondo Tito Livio, un "omni Etrurirae concilium" (Concilio di Tutta l'Etruria) presieduta da un sacerdote (forse lo “zilath mechl rasnal” dei testi etruschi). I riti funebri stanno cambiando: gli Etruschi abbandonano la cremazione per la sepoltura. Le prime iscrizioni in lingua etrusca compaiono intorno al 700 aC. dC L' alfabeto è preso in prestito dal greco . Il primo alfabeto conosciuto, iscritto sul bordo di una tavoletta d'avorio proveniente da Marsiliana d'Albergna , contiene 26 lettere. Le iscrizioni etrusche arcaiche sono solo 22. Gli Etruschi, che si fanno chiamare Rasenna , sono conosciuti come Tyrsenoi o "  Tirreni  " dai Greci e quella degli Etrusci o Tusci dai Romani. Erodoto ( V °  secolo  aC. ) Dice che i lidi , dopo 18 anni di carestia, durante il quale hanno cercato di ingannare la fame inventando ogni sorta di giochi (dadi, piccole ossa ), hanno lasciato il loro paese per stabilirsi in Italia. Tirreno , figlio del re di Lidia e pronipote di Zeus, avrebbe dato loro il nome greco. Dionigi di Alicarnasso ( I °  secolo  aC. ) Cerca un'origine italiana attraverso Pelasgi , la gente leggendari di origine greca è arrivato alla fine del II ° millennio. Tite-Live attribuisce loro una parentela con i Rhetes des Alpes.
Il carro di Strettweg , disegno di Friedrich Drexel, 1887.
  • 650-525 aC dC  : periodo Hallstatt D , seconda fase della prima età del ferro . I gruppi celtici della Prima Età del Ferro sono divisi in due aree geografiche: l'area occidentale, con portatori di spada, l'area orientale, con portatori di ascia. Le ceramiche hanno forme comuni, ma la decorazione è diversa. In Occidente, modelli astratti ereditati dall'età del bronzo, mentre una narrazione si sviluppa in Oriente: i sondaggi di Sopron (Ungheria) o Fischbach (Baviera), datate VII °  secolo  aC. dC , presentano sagome schematiche; danzatori, musicisti, tessitori, donne con le braccia alzate e guerrieri. Sui piatti in bronzo battuto del cimitero di Kleinklein (Austria orientale), la figurazione (sfilate di figure e cacce mistiche) è associata alla tradizione geometrica. Una delle tombe presenta una maschera umana e mani tagliate da foglie di bronzo, influenzate dal vicino mondo illirico (maschere funerarie in foglia d'oro di Trebenishte , Macedonia ). Figure mitologiche (grandi dee, guerrieri itifallici, cervi, cinghiali) sono allestite sul carro votivo di Strettweg (Stiria) posto in una cremazione. Le élite mantengono scambi economici e culturali con il mondo mediterraneo, in particolare con gli Etruschi. A Heuneburg , il muro di terra e legno della seconda metà del secolo fu sostituito intorno al 600 da un baluardo di mattoni di fango fiancheggiato da torri sporgenti e sormontato da un camminamento coperto, tipica struttura mediterranea. L'agglomerato, risultato di un raggruppamento di insediamenti dell'età del bronzo, contava circa 10.000 abitanti.
  • Intorno al 650 a.C. dC  : situla (secchio svasato di lamina di bronzo decorato) dalla Villa Benvenuti di Este , Veneto , la più antica conosciuta, con decorazioni figurative orientali. Le situle e le placche bronzee istoriate si diffusero dalle regioni adriatiche e dalla Slovenia ad est delle Alpi, nel mondo celtico.

mondo greco

  • Intorno al 700-600 a.C. dC  : alto arcaismo , caratterizzato dallo stile delle cosiddette ceramiche “  orientalizzanti  ” che succede allo “  stile geometrico  ”. Le città iniziano a svilupparsi attorno a grandi edifici pubblici (templi, teatri e palestre). Molti di loro sono il centro di piccoli stati.
Ulisse e i suoi compagni accecanti Polifemo, anfora protoattica, c. 650 aC J. - C. , museo di Eleusi .
Prima rappresentazione della falange di opliti sul Olpe Chigi , un vaso corinzio a partire dalla metà del secolo.

Personaggi significativi

Note e riferimenti

  1. Pierre Drapeaud, Cina: cronologia semplificata. Dalle origini al 1949 , Parigi, L'Harmattan ,, 448  pag. ( ISBN  978-2-343-11450-7 , presentazione online )
  2. Corinne Julien, Storia dell'umanità: dal 3000 al 700 aC. J.-C , UNESCO,, 1402  pag. ( ISBN  978-92-3-202811-2 , presentazione online )
  3. Albert Adu Boahen, Joseph Ki-Zerbo, Storia generale dell'Africa , vol.  2, UNESCO,, 925  pagg. ( ISBN  978-92-3-201708-6 , presentazione online )
  4. Niall Finneran, L'archeologia dell'Etiopia , Routledge ,, 336  pag. ( ISBN  978-1-136-75552-1 , presentazione online )
  5. Madeleine PAUL-DAVID, Ogg LI, Jin-Mieung LI, KOREA Histoire  " , su Encyclopædia Universalis ( consultato il 24 luglio 2018 )
  6. Jean-Paul Roux, Storia dei turchi: duemila anni dal Pacifico al Mediterraneo , Fayard ,, 494  pag. ( ISBN  978-2-213-64065-5 , presentazione online )
  7. Christian Duverger, Mesoamerica: arte e antropologia , Flammarion ,( presentazione on line )
  8. Christian Lemoy, Attraverso il Pacifico: dall'Asia antica all'America precolombiana , Nantes, Christian Lemoy,, 335  pag. ( ISBN  978-2-310-00391-9 , presentazione online )
  9. Alain Daniélou, Storia dell'India , Fayard ,, 456  pag. ( ISBN  978-2-213-63953-6 , presentazione online )
  10. Eckart Frahm, Un compagno dell'Assiria , John Wiley & Sons ,( ISBN  978-1-4443-3593-4 , presentazione online )
  11. Georges Roux, La Mésopotamie , Seuil ,, 600  pag. ( ISBN  978-2-02-008632-5 , presentazione online )
  12. Yves Denis Papin, Cronologia della storia antica , Edizioni Jean-paul Gisserot,, 126  pag. ( ISBN  978-2-87747-346-0 , presentazione online )
  13. D. Cahen, A.-C. Dero, A. Gérard, Africa nera: storia e cultura , FeniXX,, 228  pag. ( ISBN  978-2-402-22641-7 , presentazione online )
  14. Jean-Fabrice Nardelli, L'Osiris de Plutarco: un commento di Iside e Osiride, capitoli 12-19 , Servicio de Publicaciones de la Universidad de Huelva,, 624  pag. ( ISBN  978-84-17288-07-5 , presentazione online )
  15. Storia dell'umanità , vol.  3, UNESCO,( ISBN  978-92-3-202812-9 , presentazione online )
  16. Jean-Claude Margueron, Il Vicino Oriente e l'Antico Egitto , Hachette Technical Education,, 416  pag. ( ISBN  978-2-01-140096-3 , presentazione online )
  17. JJM Roberts, Nahum, Abacuc e Sofonia: un commento , Westminster John Knox Press ,, 223  pag. ( ISBN  978-0-664-22362-5 , presentazione online )
  18. Yves Denis Papin, Cronologia della storia antica , Edizioni Jean-Paul Gisserot ,, 126  pag. ( ISBN  978-2-87747-346-0 , presentazione online ) , p.  21
  19. Claude Hagège, Fermare la morte delle lingue , Odile Jacob ,, 416  pag. ( ISBN  978-2-7381-8503-7 , presentazione online )
  20. Florence Maruéjol, 100 domande sull'antico Egitto , La Boétie,, 256  pag. ( ISBN  978-2-36865-028-8 , presentazione online )
  21. Laura Ambrosini e Vincent Jolivet, I vasai d'Etruria e il loro mondo: contatti, scambi, trasferimenti , Armand Colin ,, 504  pag. ( ISBN  978-2-200-29100-6 , presentazione online )
  22. Dominique Briquel, Les Étrusques: “Cosa ne so »N° 645 , Presses Universitaires de France,( ISBN  978-2-13-062365-6 , presentazione online )
  23. Kathryn Bernick, Dimensioni nascoste: il significato culturale dell'archeologia delle zone umide , UBC Press,, 382  pag. ( ISBN  978-0-7748-4255-6 , presentazione online )
  24. Jacques Briard, La protostoria della Bretagna e dell'Armorica , Parigi, Edizioni Jean-Paul Gisserot ,, 112  pag. ( ISBN  2-87747-076-8 , EAN  9782877470766 , presentazione online ) , p.  71.
  25. Corinne Julien, op. cit , p.  911 .
  26. (It) Filippo Coarelli , “I santuari, il fiume, gli empori” , in Arnaldo Momigliano (a cura di) And Aldo Schiavone (a cura di), Storia di Roma , t.  I, Torino, XLII e 628  p. , pag.  127-151.
  27. Raymond Bloch, Ricerche sulle religioni dell'Italia antica , Librairie Droz ,, 135  pag. ( ISBN  978-2-600-03336-7 , presentazione online )
  28. Simon KF Stoddart, Dizionario storico degli Etruschi , Stampa Spaventapasseri,, 360  pag. ( ISBN  978-0-8108-6304-0 , presentazione online )
  29. Reinhard Bernbeck, Randall H. McGuire, Ideologies in Archaeology , University of Arizona Press,, 410  pag. ( ISBN  978-0-8165-2673-4 , presentazione online )
  30. Christiane Éluère, L'Europe des Celtes , Paris, Gallimard , coll.  "  Scoperta /Storia di Gallimard " ( n °  158 ),( presentazione on line )
  31. Jean-Paul Demoule, Dominique Garcia, Alain Schnapp, Una storia di civiltà: come l'archeologia sconvolge la nostra conoscenza , Parigi, Éditions La Découverte ,, 601  pag. ( ISBN  978-2-7071-8878-6 , presentazione online ) , p.  341
  32. Claude Baurain, I greci e il Mediterraneo orientale. Dai "secoli bui" alla fine del periodo arcaico , Presses Universitaires de France,, 720  pag. ( ISBN  978-2-13-073806-0 , presentazione online )
  33. Jean-Claude Poursat, Grecia preclassica: Dalle origini alla fine del VI secolo , Punti ,, 225  pag. ( ISBN  978-2-7578-4500-4 , presentazione online )
  34. HT Wade-Gery, Il poeta dell'Iliade , Cambridge University Press ,, 120  pag. ( ISBN  978-1-107-62401-6 , presentazione online )
  35. Demetrios Protopsaltis, Cronologia enciclopedica della Grecia e della sua storia , Xlibris Corporation,, 402  pag. ( ISBN  978-1-4691-3999-9 , presentazione online )
  36. Pierre-Yves Boillet, Claire Barat, Michela Costanzi, Le diaspore greche: dall'VIII sec. nel 3° sec. a.C.: Mantelli, Aggregazione , Dunod ,, 224  pag. ( ISBN  978-2-10-058401-7 , presentazione online )
  37. Pierre Frantz, L'épique: fins et confins , Presses Univ. Franca Contea,, 306  pag. ( ISBN  978-2-84627-002-1 , presentazione online )
  38. John Freely, Le Cicladi: Alla scoperta delle isole greche dell'Egeo , IBTauris,, 264  pag. ( ISBN  978-0-85773-878-3 , presentazione online )
  39. Paolo Massé, storia economica e sociale del mondo: l'origine del genere umano nel XX °  secolo. Evoluzione delle attività economiche e finanziarie , vol.  2, Parigi, Edizioni L'Harmattan ,, 270  pag. ( ISBN  978-2-296-13360-0 , presentazione online )
  40. Hélène Nicolet-Pierre, Numismatica greca , Armand Colin ,, 504  pag. ( ISBN  978-2-200-26873-2 , presentazione online )
  41. Françoise Ruzé, Il mondo greco antico , Hachette Technical Education,, 352  pag. ( ISBN  978-2-01-181834-8 , presentazione online )
  42. Strabone, Germaine Aujac, François Lasserre, Geografia: Libro 8 , Le belle lettere,( ISBN  978-2-251-00315-3 , presentazione online )
  43. Gustave Glotz e Robert Cohen, Storia greca , vol.  1, University Press of France,( ISBN  978-2-13-079108-9 , presentazione online )
  44. Pascal Payen, La guerra nel mondo greco: VIII-I secolo a.C. d.C. , Armand Colin ,, 352  pag. ( ISBN  978-2-200-62226-8 , presentazione online )
  45. Georges Tate, Antica Grecia , Hachette Technical Education,, 160  pag. ( ISBN  978-2-01-181360-2 , presentazione online )
  46. Larry S. Milner, Achille era ebreo : Contributi ebraici alla civiltà greca , Xlibris Corporation,( ISBN  978-1-4653-3315-5 , presentazione online )
  47. I File di Archeologia, Numeri da 156 a 161 , Archeologia,( presentazione on line )
  48. Civiltà arabo-musulmana allo specchio dell'universale: prospettive filosofiche , UNESCO ( ISBN  978-92-3-204180-7 , presentazione online )

Speriamo che le informazioni che abbiamo raccolto su VII °  secolo  aC. J.-C. ti siano state utili. Se è così, non dimenticate di raccomandarci ai vostri amici e familiari, e ricordate che potete sempre contattarci se avete bisogno di noi. Se, nonostante i nostri sforzi, ritieni che ciò che forniamo su _title non sia del tutto accurato o che dovremmo aggiungere o correggere qualcosa, ti saremmo grati se ci facessi sapere. Fornire le informazioni migliori e più complete su VII °  secolo  aC. J.-C. e su qualsiasi altro argomento è l'essenza di questo sito web; siamo guidati dallo stesso spirito che ha ispirato i creatori del Progetto Enciclopedia, e per questo motivo speriamo che ciò che hai trovato su VII °  secolo  aC. J.-C. su questo sito ti abbia aiutato ad ampliare le tue conoscenze.

Opiniones de nuestros usuarios

Graziano Melis

Molto interessante questa voce su VII °  secolo  aC. J.-C., Pensavo di sapere già tutto su VII °  secolo  aC. J.-C., Molto interessante questa voce su VII °  secolo  aC. J.-C.

Enrica Moro

È sempre bene imparare. Grazie per l'articolo su VII °  secolo  aC. J.-C.