Tacchino



Le informazioni che siamo stati in grado di raccogliere su Tacchino sono state attentamente riviste e strutturate per renderle il più utili possibile. Probabilmente sei venuto qui per saperne di più su Tacchino. Su Internet, è facile perdersi nell'accozzaglia di siti che parlano di Tacchino e tuttavia non forniscono ciò che si vuole sapere su Tacchino. Speriamo che ci farai sapere nei commenti se ti piace quello che hai letto su Tacchino qui sotto. Se le informazioni su Tacchino che forniamo non è quello che stavi cercando, ti preghiamo di farcelo sapere in modo che possiamo migliorare questo sito web quotidianamente.

.

Meleagris

Meleagris è una specie di gallina uccello della famiglia dei Phasianidae e della sottofamiglia Meleagridinae, nota anche come guajolote. Il maschio è chiamato tacchino , la femmina un tacchino e il giovane è chiamato tacchino . Sono uccelli da cortile allevati per la loro carne. La Turchia è il piatto preferito per le celebrazioni come il Natale e il Ringraziamento negli Stati Uniti.

Storia

Endemica per il Nord America , il tacchino selvatico era l'uccello addomesticato unica e cresciuto in epoca pre-colombiana , da Oasis America (nord-ovest dell'attuale Messico e sud ovest di oggi Stati Uniti) a Messico centrale  ; il tacchino ocellato veniva cacciato anche nella Mesoamerica meridionale , nelle foreste tropicali della penisola dello Yucatán .

In Messico, dove il tacchino era ed è tuttora conosciuto come guajolote , dal nahuatl huexōlōtl e può essere tradotto come "grande uccello mostruoso" (con un simbolismo di virilità a causa delle sue appendici carnose (bargigli) , e fecondità ), detiene ancora un posto importante nella gastronomia messicana.

Il tacchino, in epoca preispanica, oltre ad essere addomesticato, veniva mangiato. Ciò era particolarmente vero durante il Panquetzalitzli celebrato al solstizio d'inverno . Questo festival si teneva in onore della vittoria di Huitzilopochtli sulla dea della luna.

Gli europei lo conoscono dai primi coloni spagnoli che lo chiamarono "gallina indiana  " e dai missionari gesuiti che intorno al 1500 lo riportarono in Europa dove si diffuse rapidamente (a differenza della neofobia verso i cibi vegetali del Nuovo Mondo come mais , pomodoro , cacao o patate ) perché questo uccello era assimilato al pollame da cortile (pollo e faraona). I termini coq d'Inde e hen d'Inde sono abbreviati in tacchino, l'uso di questa parola è attestato nel 1600 nel trattato Teatro dell'agricoltura e mesnage dei campi dell'agronomo Olivier de Serres , che parla di "l' invadente cinguettio dei tacchini', nome che allora era sia maschile che femminile, uso che continua in molti dialetti popolari.

Il tacchino arriva dalla Spagna in Francia probabilmente via Navarra  : un contratto ci dice che Marguerite d'Angoulême lo fece allevare nel 1534 nel suo castello di Alençon da un contadino navarrese. I primi tacchini mangiati in Francia sono attestati nel 1549 durante un banchetto dato a Parigi in onore di Caterina de' Medici e nel 1570 alle nozze del re Carlo IX .

Etimologia

Il sostantivo femminile tacchino ( pronunciato [dɛ: d] ) deriva dall'India gallo , gallina dall'India e pollo dall'India (rispettivamente "tacchino", "tacchini" e "tacchino") designando - come gallina latino medievale dell'India  - la faraona , originaria dell'Abissinia , poi applicata al tacchino - introdotto dal Messico, paese delle Indie Occidentali spagnole  - poi alla sua femmina.

Riportato in Europa dai conquistadores spagnoli nel 1521, durante la conquista del Messico che si credeva fossero le Indie, questo uccello prese il nome di "gallina d'India", che uso ha ridotto per aferesi a "tacchino". Curiosamente, gli inglesi chiamano Turkey Hen ("Turkey hen") - comunemente abbreviato tacchino  - perché alla sua scoperta fu confuso con la faraona ( Guineafowl e anche Turkey Hen ), importata in Europa attraverso la Turchia. I portoghesi chiamano Perù ("  Perù  " in portoghese).

Elenco delle specie

Secondo la classificazione di riferimento (versione 2.2, 2009) del Congresso Ornitologico Internazionale (ordine filogenico ):

Il nome scientifico del genere si riferisce al gallo (genere Gallus ) per la sua somiglianza con questo gallinaceo e al pavone (genere Pavo ) perché i maschi di queste due specie si pavoneggiano e fanno capriole.

I tacchini domestici provengono quasi esclusivamente da tacchini selvatici , il tacchino ocellato è molto raro in allevamento.

Bestiame e commercio

Peso economico

La Francia sarebbe il secondo produttore mondiale, con 625.000  t/anno (dichiarazione della Francia alla FAO nel 2004, per 2 milioni di tonnellate di pollame di tutte le specie messe insieme nel 2004 in Francia). Il tonnellaggio prodotto nel 2005 è stato di 550.600  tonnellate di carcasse equivalenti (tec) secondo l'Ufficio Zootecnia . Più di un terzo della produzione francese è destinato all'esportazione (220.000  tec nel 2005 secondo l'Office de l'Elevage). La maggior parte di queste esportazioni va verso i paesi europei, primo fra tutti la Germania. Il più grande produttore mondiale, gli Stati Uniti , ha prodotto 2.657.000  tonnellate di carcasse equivalenti nel 2009. A livello globale, vengono macellati circa 700 milioni di tacchini.

Dagli anni 2000, la produzione francese di tacchini, a fronte di un calo dei consumi interni (prima a favore dell'oca e poi del cappone) e delle esportazioni verso il mercato europeo, è diminuita.

Nel 2014, la Francia è stata un esportatore netto di tacchino, secondo la dogana francese. Il prezzo all'esportazione per tonnellata era di circa 2.500 euro.

Malattie

Questo uccello è particolarmente sensibile a diverse zoonosi , tra cui:

  • l' influenza aviaria , compreso il virus H5N1  ; gli allevatori sono tenuti ad applicare scrupolosamente misure di contenimento obbligatorie nelle aree a rischio. C'è un solo caso di H5N1 in Francia, dichiarato nel 2006 in un allevamento di tacchini (situato a Versailleux , nell'Ain );
  • diversi ceppi di salmonella (incluso quello che causa l' arizonosi ), anche per i tacchini allevati all'aperto, soprattutto per i grandi allevamenti e soprattutto da ottobre a dicembre al momento del picco di produzione industriale dei tacchini di Natale , secondo un rapporto dell'EASA che elenca i fattori di rischio noti per l'Unione Europea. Gli allevamenti rilevati positivi alla Salmonella in Europa erano tutti, secondo l'EASA, concentrati in sei paesi. Alcuni di questi ceppi possono infettare gli esseri umani. Il vaccino riduce questo rischio dall'EASA.

Un ulteriore fattore di rischio: tutti gli allevamenti di tacchini del pianeta sono stati prodotti da un piccolo numero di allevatori importati e poi selezionati per tre secoli, il che ha comportato una perdita di diversità genetica , il che rende i ceppi domestici probabilmente più suscettibili alle epidemie.

Illustrazioni vettoriali

Nella cultura

Calendario repubblicano

Nel calendario repubblicano il tacchino era il nome assegnato al 15 °  giorno del Brumaio .

Espressioni popolari

  • La parola "tacchino" è talvolta usata come termine dispregiativo per una donna, e specialmente una ragazza, considerata sciocca o stupida. Su questo argomento, vedi idiozia animale .
  • In Gaga (per parlare Stéphanois), il nome è diverso: si parla di un tacchino per il maschio. La femmina viene quindi chiamata "tacchino".
  • Espressione Lorena e Champagne: “essere orgoglioso come un tacchino”. Detto anche in Borgogna.

Rappresentazioni artistiche

Diversi pittori hanno fatto della Turchia il tema principale di un dipinto, in particolare Francisco Goya (Il tacchino spennato , Neue Pinakothek, Monaco di Baviera) e Claude Monet ( Les Dindons , 1977, Musée d'Orsay).

Note e riferimenti

  1. (es) Casa Editorial El Tiempo, EN EL NOMBRE DEL PAVO  " , su El Tiempo ,(consultato il 27 novembre 2020 ) .
  2. (es) guajolote  " , Etimologías Chile - Diccionario that explica el origen de las palabras (consultato il 27 novembre 2020 )
  3. (es) “  ¿Por qué comemos pavo en Navidad  » , Sul Messico Desconocido ,(consultato il 27 novembre 2020 )
  4. (en) Susan Toby Evans e David L. Webster (a cura di), Archeology of Ancient Mexico and Central America: an encyclopedia , Routledge, 2001, p.783 .
  5. (in) Karen Davis, More Than a Meal: The Turkey in History, Myth, Ritual, and Reality , Lantern Books, 2001, p.34 .
  6. (in) Erin Kennedy Thornton, Kitty F. Emery, David W. Steadman, Camilla Speller Ray Matheny, Dongya Yang, "I  primi tacchini messicani ( Meleagris gallopavo ) nella regione Maya: implicazioni per il commercio di animali pre-ispanici e i tempi Addomesticamento della Turchia  ” , PLOS ONE ,( DOI  10.1371 / journal.pone.0042630 )
  7. (es) El guajolote: un ave domesticada por manos mexicanas  " , su México Desconocido ,(consultato il 27 novembre 2020 ) .
  8. (in) Andrew F. Smith, The Turkey: An American Story , University of Illinois Press,, pag.  9.
  9. Nel Medioevo i termini gallo di faraona, gallina indiana o pollo indiano designano la faraona indiana, soprannome dell'Abissinia dove la faraona viveva allo stato brado. Fonte: Adeline Lesot, Vocabolario Bescherelle per tutti , Hatier,, pag.  58.
  10. Bruce Thomas Boehrer, Personaggi animali: esseri non umani nella prima letteratura moderna , Philadelphia: University of Pennsylvania Press, 2010, p.  141
  11. Georges Gougenheim, Le parole francesi , Place des Éditeurs,( leggi in linea ) , p.  167.
  12. Barbara Ketcham Wheaton, L'ufficio e la bocca , Calmann-Lévy,, pag.  111
  13. Liliane Plouvier , "  Introduzione del tacchino in Europa  ", Scientiarium Historia , vol.  21,, pag.  15.
  14. Bertrand Galimard Flavigny, Il libro del re , Librairie Giraud-Badin,, pag.  68.
  15. “Turchia” , nel dizionario dell'Accademia di Francia , il Centro Nazionale per la testuale e lessicale risorse [accessed 26 Nov 2016].
  16. Definizioni lessicografiche ed etimologiche di "tacchino" dalla tesoreria informatizzata della lingua francese , sul sito web del Centro nazionale per le risorse testuali e lessicali [consultato il 26 novembre 2016].
  17. "tacchino" , in Dizionari di francese , Larousse ( leggi online ).
  18. Plouvier 1995 , p.  13.
  19. Tacchini stranieri  " (consultato il 22 dicembre 2010 )
  20. Il tacchino dai numeri. 2010 , relazione del CIDEF, Comitato Interprofessionale della Turchia Francese
  21. (de) Daten und Fakten über Tiere als Nahrungsmittel  " , Fleischatlas 2014 ,, pag.  19 ( leggi in linea ).
  22. Indicatore del commercio import/export  " , su Direzione Generale delle Dogane. Indicare NC8 = 02072590 (consultato il 7 agosto 2015 )
  23. Relazione "Parte B - Fattori relativi alla prevalenza di Salmonella nei tacchini" EFSA)
  24. Ph. Fr. Na. Fabre d'Églantine , Relazione al Convegno Nazionale nella sessione del 3° del secondo mese del secondo anno della Repubblica francese , p.  20 .

Vedi anche

Articoli Correlati

link esterno

Speriamo che le informazioni che abbiamo raccolto su Tacchino ti siano state utili. Se è così, non dimenticate di raccomandarci ai vostri amici e familiari, e ricordate che potete sempre contattarci se avete bisogno di noi. Se, nonostante i nostri sforzi, ritieni che ciò che forniamo su _title non sia del tutto accurato o che dovremmo aggiungere o correggere qualcosa, ti saremmo grati se ci facessi sapere. Fornire le informazioni migliori e più complete su Tacchino e su qualsiasi altro argomento è l'essenza di questo sito web; siamo guidati dallo stesso spirito che ha ispirato i creatori del Progetto Enciclopedia, e per questo motivo speriamo che ciò che hai trovato su Tacchino su questo sito ti abbia aiutato ad ampliare le tue conoscenze.

Opiniones de nuestros usuarios

Giuliana Berti

Sono stato felice di trovare questo articolo su Tacchino, Sono stato felice di trovare questo articolo su Tacchino

Renato Mancini

Finalmente un articolo su Tacchino che è facile da leggere, Grazie per questo post su Tacchino