Il Mar dei Caraibi



Le informazioni che siamo stati in grado di raccogliere su Il Mar dei Caraibi sono state attentamente riviste e strutturate per renderle il più utili possibile. Probabilmente sei venuto qui per saperne di più su Il Mar dei Caraibi. Su Internet, è facile perdersi nell'accozzaglia di siti che parlano di Il Mar dei Caraibi e tuttavia non forniscono ciò che si vuole sapere su Il Mar dei Caraibi. Speriamo che ci farai sapere nei commenti se ti piace quello che hai letto su Il Mar dei Caraibi qui sotto. Se le informazioni su Il Mar dei Caraibi che forniamo non è quello che stavi cercando, ti preghiamo di farcelo sapere in modo che possiamo migliorare questo sito web quotidianamente.

.


Mar dei Caraibi Mar dei Caraibi
Mappa del Mar dei Caraibi.
Mappa del Mar dei Caraibi .
Geografia umana
Paesi costieri Circa 35 paesi e territori delle Indie occidentali , dell'America centrale e del Sud America settentrionale
Geografia fisica
genere Mare marginale
Posizione oceano Atlantico
Informazioni sui contatti 15 ° 30 ′ nord, 74 ° 40 ′ ovest
Suddivisioni Golfo del Venezuela , Golfo del Darién , Golfo dell'Honduras e Canale dello Yucatan
La zona 2.640.000  km 2
Lunghezza 2.415  km
Profondità
Massimo 7.686  m
Geolocalizzazione sulla mappa: America Centrale e Caraibi
(Vedi posizione sulla mappa: America Centrale e Caraibi)
Mar dei Caraibi Mar dei Caraibi
Geolocalizzazione sulla mappa: Oceano Atlantico
(Vedi posizione sulla mappa: Oceano Atlantico)
Mar dei Caraibi Mar dei Caraibi
Il Great Blue Hole situato nella costa del Belize .

Il mare dei Caraibi o Mar dei Caraibi è un mare dell'Oceano Atlantico , situato a est dell'America centrale ea sud delle Grandi Antille . Si estende per circa 2.415  km da est a ovest e mediamente la metà da nord a sud e copre un'area di 2.640.002  km 2 .

Etimologia

Il nome di questo mare è nato in uno dei Caraibi , un popolo che ha vissuto in questa zona fino all'invasione degli spagnoli nel XV °  secolo.

Geografia

L' Organizzazione idrografica internazionale definisce i confini del Mar dei Caraibi come segue:

  • Nord:

Una linea che unisce il faro di Cape Catoche ( 21 ° 36 ′ 18 ″ N, 87 ° 06 ′ 12 ″ O ) sulla costa nord-orientale dello Yucatán, in Messico, al faro di Cape San Antonio ( 21 ° 52 ′ 02 ″ N, 84 ° 57 ′ 04 ″ W ), all'estremità occidentale di Cuba; di là lungo la costa meridionale di Cuba fino a punta Caleta ( 20 ° 03 ′ 59 ″ N, 74 ° 17 ′ 48 ″ O ) sulla costa sud-orientale dell'isola; da lì, una linea che collega la punta Caleta al point la Perle ( 19 ° 40 ′ 02 ″ N, 73 ° 26 ′ 16 ″ O ), sulla costa nord-occidentale di Haiti  ; di là, da La Perle Point a sud e ad est, lungo la costa meridionale di Haiti e della Repubblica Dominicana , fino a Cabo Engaño ( 18 ° 37 ′ 00 ″ N, 68 ° 19 ′ 30.72 ″ O ), all'estremità orientale della Repubblica Dominicana ; da qui una linea da Cabo Engaño a est fino a punta Agujereada ( 18 ° 30 ′ 29 ″ N, 67 ° 08 ′ 15 ″ O ) sulla costa settentrionale di Porto Rico .

  • Verso est :

Da Cabeza Chiquita ( 18 ° 22 ′ 50 ″ N, 65 ° 38 ′ 39 ″ O ) (Porto Rico) nord lungo il meridiano di questo promontorio fino alla linea di fondo di 100 braccia (183 m); di là da est poi sud in modo tale che tutte le isole, secche, stretti e canali delle Piccole Antille siano inclusi nel Mar dei Caraibi fino a Galera Point ( 10 ° 50 ′ 05 ″ N, 60 ° 54 ′ 32 ″ O ), estremità nord-est di Trinidad . Da Galera Point attraverso Trinidad fino a Galeota Point ( 10 ° 08 ′ 10,74 ″ N, 60 ° 59 ′ 29 ″ O ), all'estremità sud-est; e da lì una linea da Galeota Point a sud fino a punta Baja ( 9 ° 30 ′ 07 ″ N, 60 ° 57 ′ 54 ″ O ), sulla costa orientale del Venezuela .

  • A sud e ovest:

Da punta Baja, in Venezuela , a ovest e nord, lungo la costa settentrionale del Sud America e la costa orientale del Centro America, al faro di Cape Catoche ( 21 ° 36 ′ 18 ″ N, 87 ° 06 ′ 12 ″ O ), su la costa nord-orientale dello Yucatán , in Messico.

I principali stati o isole che si affacciano sul Mar dei Caraibi sono:

Questo mare comunica a nord-ovest con il Golfo del Messico attraverso il canale dello Yucatán , e con l'Oceano Atlantico attraverso il passaggio del vento e il canale di Mona a nord, direttamente con questo oceano a est e oltre. Dalle isole più orientali di le Piccole Antille , e infine attraverso il Canale di Colombo a sud-est. Inoltre comunica artificialmente con l' Oceano Pacifico attraverso il Canale di Panama . Il Passage du Vent - il nome dato alla zona tra Cuba e Haiti - è un'importante rotta marittima tra gli Stati Uniti e il canale.

La sua profondità massima è di 7.686 metri a livello della fossa delle Cayman .

Popolazione

Le popolazioni dei Caraibi intrattengono rapporti privilegiati con il Mar dei Caraibi, che costituisce il loro patrimonio comune, e condividono un particolare interesse nel vederlo dichiarato Zona Speciale nel contesto dello Sviluppo del Turismo Sostenibile delle Nazioni Unite (ONU).

Al fine di prevenire le conseguenze devastanti sull'ambiente costiero e marino di un possibile incidente o atto terroristico comportante il carico di materiale nucleare , gli Stati membri dell'Associazione degli Stati dei Caraibi (ACS) si sono sempre opposti con veemenza al passaggio di spedizioni di scorie nucleari attraverso la rotta Canale di Panama -Mar dei Caraibi.

Queste spedizioni non sono l'unica minaccia che potrebbe colpire il Mar dei Caraibi, uno dei principali corsi d'acqua del mondo. È attraversato ogni anno da circa 63.000 barche, che generano quasi 82.000 tonnellate di rifiuti. Inoltre, nella regione operano circa 1.500 pescherecci. Gli scarichi delle popolazioni sulla terraferma, un intenso sviluppo turistico e ingenti carichi di petrolio costituiscono anche rischi per l'ambiente.

Il , i Capi di Stato e / o di governo dei paesi ACS, riuniti sull'isola di Margarita ( Venezuela ), hanno adottato la Dichiarazione di Margarita, "riconoscendo il Mar dei Caraibi come patrimonio comune della regione e come una risorsa inestimabile", con l'obiettivo di “consolidare un'identità caraibica pulita”. Si sono impegnati a "convertire la regione dei Grandi Caraibi in una zona di cooperazione  ", che "consisterà prima di tutto in azioni congiunte nelle aree stabilite come prioritarie dall'ACS, vale a dire commercio, turismo sostenibile, trasporti e catastrofi naturali".

Geopolitica

Note e riferimenti

  1. Limits of Oceans and Seas, 3 rd edition  " , International Hydrographic Organization,(visitato il 31 gennaio 2015 )
  2. Testo della Dichiarazione di Margarita

Articoli Correlati

link esterno

Per tutti i punti menzionati in questa pagina: vedi OpenStreetMap ( aiuto ) o scarica in formato KML ( aiuto ) .

Speriamo che le informazioni che abbiamo raccolto su Il Mar dei Caraibi ti siano state utili. Se è così, non dimenticate di raccomandarci ai vostri amici e familiari, e ricordate che potete sempre contattarci se avete bisogno di noi. Se, nonostante i nostri sforzi, ritieni che ciò che forniamo su _title non sia del tutto accurato o che dovremmo aggiungere o correggere qualcosa, ti saremmo grati se ci facessi sapere. Fornire le informazioni migliori e più complete su Il Mar dei Caraibi e su qualsiasi altro argomento è l'essenza di questo sito web; siamo guidati dallo stesso spirito che ha ispirato i creatori del Progetto Enciclopedia, e per questo motivo speriamo che ciò che hai trovato su Il Mar dei Caraibi su questo sito ti abbia aiutato ad ampliare le tue conoscenze.

Opiniones de nuestros usuarios

Domenica Rizzo

Finalmente! Oggi sembra che se non ti scrivono articoli di diecimila parole non sono contenti. Signori scrittori di contenuti, questo è un buon articolo su Il Mar dei Caraibi

Graziella Palumbo

Grande scoperta questo articolo su Il Mar dei Caraibi e tutta la pagina. Va direttamente nei preferiti, Grande scoperta questo articolo su Il Mar dei Caraibi e tutta la pagina