Bouvard e Pécuchet



Le informazioni che siamo stati in grado di raccogliere su Bouvard e Pécuchet sono state attentamente riviste e strutturate per renderle il più utili possibile. Probabilmente sei venuto qui per saperne di più su Bouvard e Pécuchet. Su Internet, è facile perdersi nell'accozzaglia di siti che parlano di Bouvard e Pécuchet e tuttavia non forniscono ciò che si vuole sapere su Bouvard e Pécuchet. Speriamo che ci farai sapere nei commenti se ti piace quello che hai letto su Bouvard e Pécuchet qui sotto. Se le informazioni su Bouvard e Pécuchet che forniamo non è quello che stavi cercando, ti preghiamo di farcelo sapere in modo che possiamo migliorare questo sito web quotidianamente.

.

Bouvard e Pécuchet
Immagine illustrativa dell'articolo Bouvard e Pécuchet
Copertina dell'edizione del 1881.

Autore Gustave Flaubert
Nazione Bandiera della Francia Francia
Genere Romanzo
Editor Alphonse Lemerre
Luogo di pubblicazione Parigi
Data di rilascio 1881
Cronologia

Bouvard et Pécuchet è un romanzo incompiuto di Gustave Flaubert pubblicatopostumonel 1881 .

riassunto

In una calda domenica d'estate, vicino al bacino del porto dell'Arsenal , sul Boulevard Bourdon , a Parigi, due camminatori, Bouvard e Pécuchet, si incontrano per caso su una panchina pubblica e si conoscono. Si rendono conto che entrambi hanno avuto l'idea di scrivere i loro nomi nei loro cappelli: “Così si sono guardati. " . Incantati l'uno dall'altro, Bouvard e Pécuchet scoprono che non solo esercitano la stessa professione di copista , ma hanno anche gli stessi centri di interesse. Se potessero, vorrebbero vivere in campagna.

Un'eredità tempestiva di Bouvard consentirà loro di cambiare vita. Rilevano una fattoria a Chavignolles, nel Calvados , non lontano da Caen e si avviano, senza altra preparazione che leggere opere popolari e consigli pratici raccolti a caso, in agricoltura ( agronomia , arboricoltura , giardinaggio , conservificio , distilleria ). Il loro entusiasmo di neofiti e la loro incapacità di capire porteranno solo a disastri. Allo stesso modo, saranno interessati, successivamente, alle scienze ( chimica , anatomia , fisiologia , medicina , nutrizione , astronomia , zoologia , geologia ), all'archeologia ( architettura , museologia , religione celtica , antichità , storia , biografia ), a letteratura ( romanzo storico , teatro , critica letteraria , grammatica , estetica ), alla politica , all'amore , alla filosofia ( ginnastica , spiritualismo , magnetismo , logica ), alla religione , all'educazione ( frenologia , disegno , storia naturale , etica , musica , urbanistica ) con gli stessi risultati.

Sono anche trascinati nei dibattiti spesso accesi di politica - l'azione si svolge dopo la rivoluzione del 1848 -, religione, positivismo. Come in altri campi, le loro opinioni sono quanto più incerte e radicate possibile. Non sanno nulla se non per alcuni cliché tratti dalla loro lettura.

Il romanzo si chiude bruscamente nel capitolo decimo sul fallimento educativo di Bouvard e Pécuchet, i due "orfani" per i quali si sono volontariamente assunti la responsabilità e si sono impegnati nell'educazione, dimostrandosi totalmente restii alla loro pedagogia (comunque ispirata dai migliori autori).

La fine

Il manoscritto di Flaubert contiene un piano della fine del romanzo, in cui vediamo che stanchi di tanti fallimenti, abbandonati dagli orfani, hanno un'ultima idea: "copiare come una volta", e portano da Parigi quanto basta per fare un ufficio. Raymond Queneau suggerisce che tra le opere che avrebbero poi copiato potrebbe ben figurare il Dizionario delle idee ricevute .

Origine e ricezione del romanzo

Foto Gustave Flaubert intorno al 1880
Gustave Flaubert intorno al 1880.

Il progetto di questo romanzo risale al 1872 , poiché l'autore ne parlò a George Sand in una lettera in cui affermava la sua intenzione comica. Da quel momento pensò di scrivere una vasta presa in giro della vanità dei suoi contemporanei. Tra l'idea e la stesura interrotta dalla sua morte, avrà avuto il tempo di raccogliere una documentazione impressionante: noi avanziamo la cifra di 1.500 libri. Mentre scriveva, Flaubert aveva pensato al sottotitolo Enciclopedia della stupidità umana e la presenza del Dizionario delle idee ricevute alla fine del romanzo è uno dei motivi della sua fama. La commedia nasce dalla frenesia dei due amici, dal voler sapere tutto, vivere tutto, e soprattutto dalla loro incapacità di capire correttamente. Il romanzo nella sua forma finale è solo la prima parte del piano. All'epoca l'accoglienza era riservata.

adattamenti

Note e riferimenti

Bibliografia

Edizioni

  • Bouvard et Pécuchet - opera postuma , Parigi, Alphonse Lemerre , 1881 - su Gallica .
  • Bouvard et Pécuchet - opera postuma , Parigi, Biblioteca Charpentier, 1891.
  • Bouvard e Pécuchet , 2 volumi illustrati da Charles Huard , Parigi, L'Édition d'art Henri Piazza , 1904.
  • Opera completa , uno dei 18 volumi, Parigi, Louis Conard , 1909.
  • Bouvard et Pécuchet di Gustave Flaubert , illustrazioni di Auguste Leroux , Parigi, F. Ferroud , 1928 - iniziali decorate da Madeleine Leroux , inserto e testate incise da Eugène Decisy, frontespizio inciso su legno a colori da Georges Beltrand , tavole nel testo incise su legno di Pierre Gusman .
  • Bouvard e Pécuchet: con una scelta di scenari, da Sottisier, L'album della marchesa e Il dizionario delle idee ricevute (edizione presentata e compilata da Claudine Gothot-Mersh), Parigi, Gallimard, coll.  "Folio" ( n °  1137), 570  pag. ( ISBN  2-07-037137-9 )

Lavoro critico

  • René Descharmes , Intorno a Bouvard e Pécuchet: documentari e studi critici , Parigi,( ISBN  978-1-171-91407-5 )
  • DL Demorest , Attraverso i piani, manoscritti e file di Bouvard e Pécuchet , Parigi,
  • Michel Butor , “About Bouvard”, in Improvisations sur Flaubert , La Difference,
  • Yvan Leclerc , La Spirale e il monumento. Saggio su "Bouvard e Pécuchet" , Parigi, SEDES,
  • Thanh-Van Ton-That , Letture di un'opera: Bouvard e Pécuchet, un'odissea della stupidità , Du Temps,, 127  pag. ( ISBN  978-2-84274-096-2 )
  • Jean-Paul Santerre , Lezione letteraria su Bouvard e Pécuchet , Presses Universitaires de France,( ISBN  978-2-13-050198-5 )
  • Stéphanie Dord-Crouslé , Bouvard e Pécuchet de Flaubert: un'enciclopedia farsa , Belin,, 139  pag. ( ISBN  978-2-7011-2826-9 )
  • Mihara Tomoko , La comunità e l'altro a Bouvard e Pécuchet - tesi di dottorato , Università di Rouen,, 442  pag. ( ISBN  978-2-284-02346-3 )
  • Thierry Poyet , Bouvard e Pécuchet, conoscenza e saggezza , Parigi, Kimé, 2012

Appendici

Articoli Correlati

link esterno

Speriamo che le informazioni che abbiamo raccolto su Bouvard e Pécuchet ti siano state utili. Se è così, non dimenticate di raccomandarci ai vostri amici e familiari, e ricordate che potete sempre contattarci se avete bisogno di noi. Se, nonostante i nostri sforzi, ritieni che ciò che forniamo su _title non sia del tutto accurato o che dovremmo aggiungere o correggere qualcosa, ti saremmo grati se ci facessi sapere. Fornire le informazioni migliori e più complete su Bouvard e Pécuchet e su qualsiasi altro argomento è l'essenza di questo sito web; siamo guidati dallo stesso spirito che ha ispirato i creatori del Progetto Enciclopedia, e per questo motivo speriamo che ciò che hai trovato su Bouvard e Pécuchet su questo sito ti abbia aiutato ad ampliare le tue conoscenze.

Opiniones de nuestros usuarios

Rosanna Napolitano

È un buon articolo sulla _variabilità. Dà le informazioni necessarie, senza eccessi

Rosa Rizzo

Grazie. L'articolo su Bouvard e Pécuchet è stato utile per me, Articolo molto interessante su Bouvard e Pécuchet

Pasqualina Martinelli

L'informazione su Bouvard e Pécuchet è molto interessante e affidabile, come il resto degli articoli che ho letto finora, che sono già molti, perché sto aspettando da quasi un'ora il mio appuntamento su Tinder e lui non si presenta, quindi penso che mi abbia dato buca. Colgo l'occasione per lasciare qualche stella per la compagnia e per cagare sulla mia fottuta vita