Arti liberali



Le informazioni che siamo stati in grado di raccogliere su Arti liberali sono state attentamente riviste e strutturate per renderle il più utili possibile. Probabilmente sei venuto qui per saperne di più su Arti liberali. Su Internet, è facile perdersi nell'accozzaglia di siti che parlano di Arti liberali e tuttavia non forniscono ciò che si vuole sapere su Arti liberali. Speriamo che ci farai sapere nei commenti se ti piace quello che hai letto su Arti liberali qui sotto. Se le informazioni su Arti liberali che forniamo non è quello che stavi cercando, ti preghiamo di farcelo sapere in modo che possiamo migliorare questo sito web quotidianamente.

.

Le sette arti liberali denotano gran parte del materiale didattico riguardante le lettere latine e le scienze delle scuole di secondo grado dell'Antichità , che continuò in varie forme nel Medioevo . Questo corpus di insegnamenti è particolarmente diffuso nell'Europa occidentale medievale per opera di Alcuino , maestro tutore nella famiglia di Carlo Magno e dotto maestro di scuola incaricato delle riforme educative superiori dell'Impero carolingio , durante il periodo noto come Rinascimento carolingio .

Definizione

Le arti liberali si dividono in due gradi: il trivio e il quadrivio .

Il trivio , parola che in latino significa le tre vie o "le tre vie o materie di studio", riguarda il "potere del linguaggio" (espressione, ragionamento , persuasione e seduzione) e una prima padronanza delle lettere. È suddiviso in:

Il quadrivio , cioè le quattro vie o quattro vie oltre il trivio , si riferisce al "potere dei numeri" e ad una prima padronanza delle scienze o discipline matematizzabili. È fatto di :

Entrambi sono definiti in questi due versi mnemonici:

“  Gramm loquitur, Dia verba docet, Rhet verba colorat,
Mus canit, Ar numerat, Geo ponderat, Ast colit astra. "

“La grammatica parla, la dialettica insegna, la retorica colora le parole, la
musica canta, l'aritmetica conta, la geometria pesa, l'astronomia si prende cura delle stelle. "

Le arti del trivio sono ovviamente viste come la base necessaria per padroneggiare le arti del quadrivio . Il trivio è molto più che imparare a parlare bene e acquisire la sintassi corretta, come potrebbero indicare i significati moderni dei termini.

La "facoltà di arti" o scuole di arti liberali hanno permesso di formare scolari rara, di solito 14 a 20 anni, quindi in grado di entrare come gli studenti in gruppi di università nel XII °  secolo , è diventato università dal secondo terzo del XIII °  secolo . Successivamente, le arti liberali verranno insegnate lì a un livello ancora più alto, giustificando la creazione di facoltà di arti liberali all'interno delle università.

Distinzioni e chiarimenti del vocabolario

Le arti liberali, a parte pochi rudimenti, non vengono insegnate in piccole scuole, frequentate più o meno dalla maggioranza della popolazione infantile per motivi religiosi. Si distinguono dalle arti o tecniche servili, presumibilmente elementari, e da tutto ciò che verrà raggruppato in seguito sotto il termine di belle arti alla fine dell'era moderna.

Falegnameria e charrerie, falegnameria e ebanisteria, arte della ceramica e ceramica, arti di lusso e tutto il know-how e le tecniche che hanno in comune la trasformazione di materiale tangibile o l'assemblaggio e la posa di materiali sagomati sono da annoverare tra le "arti servili" , il poco conosciuto dell'arte di costruzione, manutenzione, riparazione e servizio medievale, o, talvolta, già l' artigianato del XIII °  secolo . Questi non vengono appresi nella scuola ufficiale, ma più spesso per tradizione familiare o locale, e all'interno di aziende riconosciute come non ufficiali o, per impostazione predefinita, in specifiche comunità informali o con insegnanti privati.

Al contrario, l'oggetto delle arti liberali è assunto, secondo i precetti religiosi, intellettuale e intangibile. Le arti liberali sono finalizzate alla conoscenza disinteressata e quindi considerate superiori. I maestri delle arti liberali avevano un primato quasi totale sui primi artigiani di alto livello tecnico, che spesso dovevano umilmente chiedere loro un'autorizzazione per eseguire un ordine eccezionale, o anche per provare nuove tecniche.

Se le autorità religiose, tramite l'autorità dei maestri delle arti liberali, pongono sotto la tutela l'arte pratica degli artigiani, quest'ultima fiorirà nondimeno con le potenti correnti delle arti architettoniche del Medioevo centrale e finale, lo sviluppo della nautica , arsenale e tecniche di costruzione, arte pittorica o anche l'arte del designo italiano del tardo medioevo. Paradossalmente, è questo mondo di servizi, arti servili e tecniche comuni che costituisce la principale fonte della moderna scienza esatta, a parte la logica, la matematica, la farmacia, l'astronomia ... in parte fondata .

Le "belle arti" istituito dopo la metà del XVIII °  secolo insieme pittura, danza, architettura, scultura, disegno e incisione; mirano, in senso filosofico, alla contemplazione del bello.

Genesi

Le arti liberali trovano la loro origine in Porfido in Sul ritorno dell'anima (c.270). Sant'Agostino in On order (386) mostra come la ragione generi la grammatica, poi la dialettica e la retorica, poi per arrivare a Dio, la geometria, l'astronomia e infine l'aritmetica. Martianus Capella , in The Marriage of Philology and Mercury (c. 410-439), esibisce allegoricamente; Mercurio offre sette doni alla Filologia: grammatica, dialettica, retorica, geometria, aritmetica, astronomia, armonia.

Boezio († 524) definisce il contenuto del quadrivio , inventa la parola in L'istituzione aritmetica (c. 505-507). Il "percorso quadruplo" riunisce le discipline scientifiche:

Cassiodoro , in Le istituzioni divine e umane (c. 560-580), dà la loro struttura alle arti liberali. Ha sviluppato il trivio o "tripla traccia", che raggruppa le discipline letterarie:

C'è stato un tempo in cui, oltre alle sette arti liberali (grammatica, retorica, dialettica, aritmetica, musica, astronomia e geometria), nell'elenco si contavano anche la filosofia e la medicina.

All'inizio del VIII °  secolo , il monaco inglese Beda († 735) ha sviluppato le arti liberali nei suoi trattati, e ha creato la resa dei conti . Fu Beda il Venerabile che, seguendo Isidoro di Siviglia († 636), trasmise le arti liberali all'Occidente cristiano. Il monaco inglese Alcuin († 804), formato nella sua scuola, si fece carico di questa base per stabilire il suo programma di insegnamento nelle scuole superiori dell'Impero Carolingio .

Intorno all'anno Mille , il calcolo riunì due discipline del trivio ( grammatica , dialettica ) e due discipline del quadrivio ( aritmetica e astronomia ).

Il canonico Leflon , nella sua biografia di Gerberto d'Aurillac (poi papa Silvestro II ), nota che il quadrivio veniva insegnato a malapena a 960 anni nei monasteri . Questo è il motivo per cui il conte Borel II di Barcellona portò Gerberto in Catalogna per imparare le discipline scientifiche, che erano conosciute nel regno vicino a Cordoba .

Successivamente, Gerbert fu chiamato da Adalbéron a Reims per insegnare lì queste discipline.

Allo stesso tempo, le arti meccaniche si stanno sviluppando , riunendo discipline tecniche e pratiche.

Nel XII °  secolo , traduzioni delle opere di Aristotele, ha portato un arricchimento di conoscenze , che è stato introdotto da Alberto Magno nelle università di nuova creazione XIII °  secolo . Le arti liberali rimasero comunque la base dell'educazione.

La scomparsa dello status di "arti liberali"

Molti centri secondari che insegnano le arti liberali sono successivamente rinominati "Scuola Latina" nella trasformazione umanistica del XV °  secolo e il XVI °  secolo , che tende a svalutare il latino medievale. Se le arti liberali non vengono sempre abbandonate, a volte viene posta particolare enfasi sull'insegnamento complementare delle lingue antiche come il greco, l'ebraico, l'aramaico, il copto ... e le lingue moderne delle grandi nazioni.

La nozione di arte si è evoluta nei tempi moderni. C'è una lenta distinzione tra artigiani e artisti. Il termine arte al plurale che si riferiva a questo corso assume quindi molti significati diversi. Anche l'aggettivo liberale conosce un cambio di significato, una professione liberale o un uomo d'arte liberale designa un avvocato, un medico, una professione di servizio di alto livello intellettuale con parcelle private. A parte l'ambiente conservatore e chiuso dell'università e delle scuole superiori, il termine è ora compreso solo vagamente.

Le arti liberali sono anche limitate a una minoranza universitaria o ad un campo di studio dall'aumento delle lingue veicolari nazionali.

Le scienze moderne conquistatrici stanno anche lentamente ribaltando tutte le classificazioni e le gerarchie imposte, con effetti in particolare sull'educazione. La scissione tra studi di lettere e scienze, successivamente a livello secondario, rende difficile la comprensione della struttura unitaria delle arti liberali.

Le rappresentazioni figurative delle arti liberali

La Rosa delle Arti Liberali, vetrata nel transetto nord della cattedrale di Laon . Attorno alla Filosofia, al centro, i medaglioni rappresentano le sette arti liberali, alle quali si è aggiunta la Medicina.
Rose des Arts liberali nella cattedrale di Laon . Medaglione di geometria (inizio XIII °  secolo).

La rappresentazione delle allegorie delle sette arti liberali è un tema frequente nell'arte medievale e rinascimentale, sia nella pittura, nella scultura, nelle vetrate colorate o nelle miniature dei manoscritti. Fu Martianus Capella , completato dai suoi commentatori, ad aprire la strada a queste rappresentazioni dando una dettagliata descrizione allegorica delle discipline del trivio e del quadrivio da giovani donne, dotate di attributi come la frusta della grammatica e il compasso della geometria. Le sette giovani donne sono spesso accompagnate da Sapienza o Filosofia, considerate come la loro madre.

Vedi anche

Bibliografia

Testi

  • Sant'Agostino , Of The Order (386): Philosophical Dialogues , Institute of Augustinian Studies, 1997.
    • Il padre della chiesa aveva composto trattati prima del suo battesimo su ciascuna delle arti liberali, solo il Trattato sulla musica è arrivato a noi.
  • Martianus Capella , The Wedding of Philology and Mercury (c. 410-439), trad., Les Belles Lettres, 2003 ss.
  • Boezio , Istituto aritmetico (505-507 circa), trad. J.-Y. Guillaumin, Les Belles Lettres, 1995, XCV-252 p.
  • Cassiodoro , Le istituzioni divine e umane (c. 560-580), trad. anno. : Liverpool University Press, 1980.
  • Hugues de Saint-Victor , Didascalicon (prima del 1125), trad., Cerf, 1991.
  • Thierry de Chartres , Prologus in Heptateuchon (1140 circa), in Lectio philosophorum , Amsterdam, 1973.

Studi

  • Ilsetraut Hadot , Liberal Arts and Philosophy in Ancient Thought. Contributo alla storia dell'educazione e della cultura nell'antichità . Paris, Vrin, 2005 (seconda edizione rivista e ampliata; prima edizione 1984).
  • Stéphane Laurent , Le Geste et la thought, Artisti contro gli artigiani dall'antichità ai giorni nostri , Parigi, CNRS Éditions, 2019, 416  p.
  • Chanoine Leflon , Gerbert d'Aurillac . Abbazia di Saint-Wandrille, Editions de Fontenelle, 1945.
  • Pierre Riché , Le grandiosità dell'anno mille . Parigi, Bartillat, 1999.
  • Pierre Riché , Scuole ed educazione nell'alto medioevo . Parigi, Picard, 2000.
  • Dizionario del Medioevo , PUF, 2002, p. 93-96.

Note e riferimenti

  1. Scolastico: Dizionario di pedagogia di Ferdinand Buisson  " , Hachette,.
  2. Porfido, Sul ritorno dell'anima , dopo Sant'Agostino, La città di Dio , X. Ilsetraut Hadot , Arti liberali e filosofia nel pensiero antico , Vrin, 1984, 2006, 576 p.
  3. Sant'Agostino, De ordine , trad. in Philosophical Dialogues , 4.2, Institute of Augustinian Studies, 1997.
  4. Boethius, Institution arithmétique , prologue, transl., Les Belles Lettres, 1995. Jean-Yves Guillaumin, "Il termine quadrivium di Boezio e i suoi aspetti morali", Antichità classica , vol. 59, n °  1, 1990, pag. 139-148.
  5. Stéphane Laurent, Le Geste et la thought, Artisti contro gli artigiani dall'antichità ai giorni nostri , Parigi, CNRS Éditions,, 416  p. ( ISBN  978-2-271-11900-1 , avviso BnF n o  FRBNF45687488 ).
  6. William Harris Stahl, Richard Johnson, EL Burge, Martianus Capella e le sette arti liberali , vol. I, New York, Columbia University Press, 1971 (Appendice A: "Indagine bibliografica sulle sette arti liberali nell'iconografia medievale e rinascimentale", pp. 245-249); Paolo d'Ancona, “Le rappresentazioni allegoriche dell'arti liberali”, L'Arte , 5, 1902, pp. 137-155, 211-228, 269-289, 370-385; Emile Maschio , Arte religiosa del XIII ° secolo in Francia: studio sull'iconografia del Medioevo e le sue fonti di ispirazione , Paris, Leroux 1898 (. Repr molti); Raimond van Marle, Iconografia dell'arte secolare nel Medioevo e nel Rinascimento, e la decorazione delle case , t. II, L'Aia, Nijhoff, 1932, pagg. 203-279.
  7. Mare Teresa Alverny, "La saggezza e la sua sette figlie: ricerca in allegorie di Filosofia e Liberal Arts IX esimo al XII °  secolo," Miscele dedicato alla memoria di Felix Grat , I, pp. 253-264.
  8. Jeffery Aubin, "  Le De rhetorica du Pseudo-Augustin: riesame delle obiezioni contro l'autenticità agostiniana  ", Revue d'Études augustiniennes et patristiques , vol.  59, n o  1,, p.  2 [118] ( leggi in linea ). Nelle revisioni (I, 6):

    “Nello stesso periodo in cui mi trovavo a Milano per ricevere il battesimo, ho anche provato a scrivere libri sulle arti liberali intervistando chi era con me e chi non si allontanava per questo tipo di studi; Volevo o ottenere cose incorporee attraverso cose corporee io stesso, o condurre gli altri a raggiungerle, per così dire, gradualmente. Ma, di questi, ho potuto completare solo il libro di grammatica, che non ho trovato più tardi nella mia biblioteca, e il libro sulla musica in sei volumi che riguardano in gran parte questa stessa parte, che chiamiamo ritmo. Ma ho scritto questi sei libri quando avevo già ricevuto il battesimo ed ero già tornato dall'Italia in Africa; perché a Milano avevo appena iniziato ad occuparmi di questa disciplina. Per quanto riguarda le altre cinque discipline iniziate lì allo stesso modo - dialettica, retorica, geometria, aritmetica, filosofia - si sono conservati solo gli schizzi che ho perso, ma credo che alcuni - alcuni li abbiano in loro possesso. "

link esterno

Speriamo che le informazioni che abbiamo raccolto su Arti liberali ti siano state utili. Se è così, non dimenticate di raccomandarci ai vostri amici e familiari, e ricordate che potete sempre contattarci se avete bisogno di noi. Se, nonostante i nostri sforzi, ritieni che ciò che forniamo su _title non sia del tutto accurato o che dovremmo aggiungere o correggere qualcosa, ti saremmo grati se ci facessi sapere. Fornire le informazioni migliori e più complete su Arti liberali e su qualsiasi altro argomento è l'essenza di questo sito web; siamo guidati dallo stesso spirito che ha ispirato i creatori del Progetto Enciclopedia, e per questo motivo speriamo che ciò che hai trovato su Arti liberali su questo sito ti abbia aiutato ad ampliare le tue conoscenze.

Opiniones de nuestros usuarios

Ivano Cattaneo

Grazie per questa voce su Arti liberali, è proprio quello che mi serviva, Grazie per questa voce su Arti liberali, è proprio quello che mi serviva

Graziano Venturini

Buon articolo su Arti liberali

Lidia Gatto

Ho trovato le informazioni che ho trovato su Arti liberali molto utili e piacevoli. Se dovessi mettere un 'ma' forse sarebbe che non è abbastanza inclusivo nella sua formulazione, ma per il resto, è ottimo, L'articolo sulla Arti liberali è molto utile e piacevole

Carmela Costanzo

Grande scoperta questo articolo su Arti liberali e tutta la pagina. Va direttamente nei preferiti, Grande scoperta questo articolo su Arti liberali e tutta la pagina