Degna Djan

Degna Djan Funzione
Re di Axum
Biografia
Attività Sovrano
Bambini Del Na'od
'Anbasa Wedem

Degna Djan è Negus del regno di Axum nel IX °  secolo o X °  secolo .

Tradizioni e interpretazioni

Degna Djan è un negus del regno di Aksum . Paul B. Henze crede che il suo nome di regno sia 'Anbasa Wedem , che la tradizione attribuisce al figlio maggiore, essendo il figlio più giovane il re Del Na'od .

Da parte sua, EA Wallis Budge racconta una tradizione relativa a Degna Djan: quest'ultimo, in punto di morte, chiede ad Abouna Petros di decidere quale dei suoi due figli debba succedergli. Abouna Petros scelse il giovane Dil Na'od ma rifiutò questa decisione, 'Si dice che Anbasa Wedem abbia corrotto un monaco copto egiziano Mennas  (in) , in modo che vada ad Alessandria convincere il patriarca di Alessandria il deposito copto Abouna Petros in modo che le sue affermazioni al trono sono presi in considerazione. Mennas  (in) viene fornito con documenti falsi chiamati Abuna, e ha trascorso un re di Anbasa Wedem. I sostenitori di Del Na'od radunano le loro truppe e depongono 'Anasa Wedem; apprendendo la verità, il patriarca di nome Cosma scomunica Mennas  (in) che nel frattempo è morta

Budge identifica questo patriarca con Cosma II (851-858). Tuttavia, Taddesse Tamrat  (en) lo considera Cosma III (921-933). Taddesse Tamrat  (en) riporta anche tradizioni secondo cui Degna Djan conduce due spedizioni militari nel sud verso Ennarea , e invia missionari negli altopiani di Angot  (en) , cioè la moderna regione di Amhara perché il Gadla di Takla Haymanot anticipo che Degna Djan vissuto 18 generazioni, 400-600 anni prima che il santo attiva alla fine del XII °  secolo , "che pone Digna-Jan nella prima metà del IX °  secolo." Taddesse Tamrat  (in) menziona anche una tradizione che ha reso lui - non suo figlio Dil Na'od - l'ultimo re di Axum.

Note e riferimenti

  1. (in) Paul B. Henze, Layers of Time (New York: Palgrave, 2000), p.49.
  2. (in) EA Walis Budge, A History of Ethiopia: Nubia and Abyssinia , 1928 (Oosterhout, the Netherlands: Anthropological Publications, 1970), p.   276
  3. (in) Church and State in Ethiopia Oxford: Clarendon Press, 1972 p.   40f)
  4. (en) Taddesse Tamrat (en) , op . Cit , p.  35f.  
  5. (en) Taddesse Tamrat (en) , op . Cit , p.   36.  
  6. (en) Taddesse Tamrat  (en) , op . Cit , p.   66n.

Fonte di traduzione